come organizzare un viaggio alle Hawaii

Organizzare un viaggio alle Hawaii: alla scoperta del paradiso del Pacifico

Chi non vorrebbe farsi un bel viaggio alle Hawaii? 🙂 In questo articolo vedremo insieme tutte le cose principali da considerare per organizzare un viaggio alle Hawaai: che isole scegliere, quanto tempo considerare, le principali cose da vedere, che voli prendere, come spostarsi da un’isola all’altra, il noleggio auto, cosa mettere in valigia. Preparatevi a partire, questo è un viaggio che non lascia indifferenti!!! La cosa buffa è che non riesco a ricordare il momento esatto in cui mi è venuto in mente di andare alle Hawaii, per altri viaggi lo ricordo benissimo ma per le Hawaii no. So solo che lo abbiamo deciso l’anno in cui abbiamo comprato casa.. giustamente dopo essersi svenati per mettere un tetto fisso sopra la testa, quale migliore idea di organizzare un notoriamente economicissimo viaggio alle Hawaii?!? Ma ragazzi, che bomba!!!

organizzare da soli un viaggio alle Hawaii

Perché organizzare un viaggio alle Hawaii?

La domanda è retorica al pari di “ti va una pizza sabato sera?”. Ma poi scusa, Mago Merlino ha recensito benissimo le Hawaii su SwordInTheStone-Advisor, vuoi che non siano una figata?!? Quello è uno di cui fidarsi, i suoi viaggi sono sempre magici!

In realtà al tempo io non conoscevo moltissimo sulle Hawaii ma avevo la sensazione che fossero il posto giusto per me e di solito con queste sensazioni ci si prende 🙂

Sicuramente è un viaggio che richiede un certo investimento in tempo e soldi ma resterà per voi un ricordo prezioso e vi posso assicurare che vale ogni singolo dollaro speso!

principali isole delle Hawaii - Oahu

Chi scegliere nella classica sfida Hawaii o Maldive?

A posteriori vi posso dire con certezza che le Hawaii sono sicuramente molto “versatili”. Le Maldive mi danno l’idea di essere quel posto meraviglioso ma totalmente votato al solo relax. Sole, riposo, cocktail in spiaggia, bagno, stalking ai pesci, giro in barca, nuotata, altro stalking ai pesci, ripetere. Ok tutto bellissimo però farlo per più di 3 giorni non sarebbe il mio genere di viaggio. Però se qualcuno volesse smentirmi e regalarmi un viaggio alle Maldive io sarei pronta ad essere smentita eh 🙂

Alle Hawaii potreste piazzarvi nell’hotel deluxesuperpiù a Honolulu e passare le giornate in totale relax a bere Mai Tai, ronfare al sole e ballare la hula così come potreste sbizzarrirvi tra trekking, snorkeling, giri on the road e tutto quanto di più lontano ci sia dal termine relax (fisico almeno!). Il relax mentale invece sarà assicurato in entrambi i casi!! Segue foto esplicativa 🙂

principali isole delle Hawaii - Kauai

Come organizzare da soli un fantastico viaggio alle Hawaii?

Negli anni sono diventata molto più sgamata nell’organizzare viaggi e itinerari ma quando abbiamo deciso per le Hawaii non avevo ancora carta bianca. Complice la nostra conoscenza poco approfondita del posto e soprattutto il fatto che non avessi ancora stabilito la mia completa viaggio-egemonia, sono stata “costretta” da mio marito a chiedere supporto ad un’agenzia. Che dire, è stato un mezzo incubo…sì ma PER L’AGENZIA!!! Su Real Time un nuovo show in prima serata: “Clienti da incubo” 🙂 Vabbé, dopo due milioni di mail gli ho concesso voli intercontinentali (ma scelti da me!), macchina e qualche escursione. C’è da dire che se riguardo i prezzi delle escursioni ancora oggi ho dei mancamenti.. Si vede che ero ancora una semi-novellina! Cash cash cash!! $$$

Ma questo non sarà un vostro problema. Volete andare tantissimo alle Hawaii e non sapete come fare ad organizzarvi questo viaggione da soli? FACILE! Continuate a seguire il blog e prendete appunti: arriveranno tanti articoli su questo e troverete tutto quello che vi serve! MAGO MERLINO ARRIVIAMO PURE NOI!!!

Come sono le Hawaii?

Le Hawaii sono meravigliose tanto quanto ci si potrebbe aspettare da un arcipelago piazzato nel mezzo del Pacifico e forse anche di più perché sono arricchite da un fascino selvaggio che dà loro sicuramente una marcia in più. Non tutte le isole sono visitabili e quelle che lo sono, sono piuttosto diverse tra loro.

L’isolamento da tutto e l’essere sperdute tra Polinesia e USA ha creato un gioiellino, un mondo a parte con una cultura tutta sua. Si percepiscono chiaramente sia l’influenza polinesiana che quella americana ma l’aloha mood è tangibile, in modo molto chiaro. Sono tutti rilassati e calmi e ADORABILI! 🙂

Hawaii - viaggio nel mezzo del Pacifico

Quali sono le principali isole delle Hawaii?

  • OAHU: per gli amici quella di Mago Merlino, Honoluluuuu arrivo! Camicia a fiori e converse rosse e siamo pronti anche noi.
  • MAUI: per gli amici quella della marca da surf
  • KAUAI: per me all’epoca non pervenuta, ammetto la mia ignoranza. Adesso la mia preferita, quindi attenscion attenscion!!!
  • BIG ISLAND: che in realtà si chiamerebbe Hawaii ma capirete che la cosa genera un po’ di confusione: “dove vai?” – “alle hawaai” – “wow e che isola?” – “hawaii” – “sì, ma che isola?” – “hawaii hawaii” ..bonaaaa! E quindi, vista la sua stazza, si preferisce chiamarla con il suo soprannome Big Island.
  • MOLOKAI: sì, ci sarebbe anche Molokai che non rientra nelle BIG4. Noi per mera questione di tempo non ci siamo stati.. ma mai dire mai!

E le isole minori delle Hawaii?

Una è Lanai che in ordine di grandezza viene dopo Molokai. Nel 2012 è stata acquistata da un miliardario americano.. poverino eh?!

Durante un’escursione a largo di Kauai, ci avevano poi spiegato un paio di faccende sulle altre due isole minori:

  • in una (Niihau, l’isola proibita!) vivono solo gli autoctoni ma non gli autoctoni delle Hawaii tutte, solo quelli di Niihau! Sull’isola non c’è elettricità, non c’è internet, non c’è acqua corrente. Se tipo vivi a Niihau e ti viene in mente “vabbé ma vado a comprare due uova a Maui che sono in offerta” OUT! Ciao, esilio forever, non puoi più tornare! La chiameremo l’isola Flessibilità.
  • in una (Kahoolawe, la più piccola) è un po’ come essere costantemente impegnati a giocare a una partita di campo minato. Questo posto è stato per anni un campo di addestramento militare e poligono di bombardamento. Adesso non lo è più ma l’accesso è vietato al pubblico, sostanzialmente ci si può andare solo come parte di gruppi di lavoro che si occupano del restauro dell’isola. Poi lavorare per la gloria visto che per andarci si paga pure (una quota per costi di trasporto e cibo). E ci dicevano che la lista di attesa per andare è di tipo tre anni! La chiameremo l’isola Ma-voi-siete-di-fuori-come-i-balconi.

Quali isole delle Hawaii scegliere?

L’opzione migliore sarebbe scegliere le big4, il poker d’assi delle meraviglie. Oahu è la principale e forse la più gettonata, direi la più famosa (Honolulu si trova qui) e vi offrirà relax, surf, trekking, spiagge e pezzi di storia (Pearl Harbor). Kauai: più piccola, incredibilmente bella e verde, la chiamano infatti “isola giardino”. La mia preferita. Maui: forse la seconda isola più famosa delle Hawaii. Un mix di spiagge, zone vulcaniche e zone più chic. Big Island: l’isola vulcanica per eccellenza ed anche la più estesa.

Quanto tempo serve per visitare le Hawaii? Quante ferie considerare nell’organizzare il proprio viaggio alle Hawaii?

E qui veniamo alla questione cruciale! “Quante e quali isole vedere?” dipende da quanto tempo avete a disposizione. La mia opinione? Già che vi tocca andare in culo al mondo tanto vale fare un serio investimento di ferie. So che siamo sempre parsimoniosi a riguardo ma qui tocca spendere un po’ di giorni eh!

L’ideale sarebbe vedere almeno 3 isole. Altrimenti sarebbe un po’ un’occasione sprecata.. insomma, quante possibilità ci sono di tornarci altre volte, a meno che non siate zio Paperone in pensione? Io ho fatto 4 isole dedicando circa 4 giorni per ciascuna ma già vi dico che Big Island è veramente grande e ne avrebbe richiesti di più. Poi, oh, siamo tutti diversi al mondo, potreste anche sceglierne una sola isola e passarci una settimana schiaffandovi in un resort fronte oceano senza spostarvi mai di lì ma… NO WAY per me!

isole delle Hawaii - Oahu

Cosa vedere alle Hawaii?

Per rispondere a questa domanda servono veramente molti altri articoli!! 🙂 Ma ci tenevo a sottolineare di nuovo quanto siano adatte a tutti:

  • trekking trekking trekking
  • surf surf surf
  • vulcani!
  • resort a Maui e “out of office come se non ci fosse un domani”
  • giro delle ottomila spiagge fichissime presenti nelle varie isole
  • overdose di snorkeling
  • mix delle precedenti

Che voli prendere per arrivare alle Hawaii?

Armatevi di pazienza, temo che almeno 2 scali siano inevitabili: uno scalo in Europa e l’altro in USA oppure entrambi in USA e poi diretto per l’Europa. Io ad esempio ho fatto Milano – Londra – Los Angeles – Honululu (su Oahu) all’andata e al ritorno Kona (su Big Island) – Phoenix – New York – Milano. E provate a combinare diverse compagnie per abbattere i costi!

Come spostarsi da un’isola all’altra alle Hawaii?

Voli interni! Per spostarsi da un’isola all’altra c’è la Hawaiian Airlines, una compagnia che mi è piaciuta molto, non fosse altro per le hostess con la collana di fiori che mettono subito allegria!

Non c’è un ordine da dover seguire nel visitare prima un’isola rispetto ad un’altra quindi pianificate il vostro giro in base a prezzi e orari dei voli interni, possibilmente facendo in modo di avere l’intercontinentale del ritorno su un’isola diversa rispetto a quella d’andata, così vi risparmiate un volo interno.

Bisogna noleggiare la macchina alle Hawaii?

Diamine sì!! Noleggiate assolutamente l’auto su ogni isola, da prendere e riconsegnare in aeroporto.

Nota per gli ansiosi: fanno parecchio terrorismo psicologico sul fatto di non lasciare NIENTE di visibile in macchina, come se tutti gli Arsenio Lupin del mondo si fossero concentrati alle Hawaii e non aspettassero altro che rubare le nostre due mezze carabattole. Poi però in spiaggia tutti lasciano la qualunque sui teli, totalmente abbandonati al loro destino. Boh, strana faccenda! Si vede che in spiaggia Lupin è impegnato a fare surf.

Organizzare un viaggio alle Hawaii: cosa portare via?

  • Maschera: mai usata così tanto la maschera in vita mia, nemmeno quando avevo 10 anni!! Le Hawaii sono il PARADISO dello snorkeling. Portatevi una maschera e un boccaglio (una capatina alla Decathlon e passa la paura)! Le pinne onestamente io non le ho portate per una questione di spazio, in alternativa però avevo le scarpette da scogli e vi dirò che mi sono trovata molto bene così.
  • Costumi: ma dai, questa non l’avreste mai detta eh! 🙂
  • Un paio di asciugamani in microfibra: essenziali.
  • Crema solare: portate una versione PRO. Tipo, io ho fatto un po’ di snorkeling coi pantaloncini della muta e dopo ho sonnecchiato VENTI MINUTI al sole.. risultato? Avevo il segno che parevo un tedesco in vacanza a Rimini!! DAMN.
  • Scarpe da trekking: se avete voglia ci sono trekking che meritano!
  • Se la avete, goproooo! Cosa non c’è dentro quell’oceano!!! Pazzesco.
  • Last but not least, una di quelle bustine impermeabili da legare al collo. Quando passerete le ore a zonzo dentro l’oceano, ci potrete mettere al sicuro telefono, passaporto, carta di credito, chiavi della macchina e abbandonare il resto della vostra roba in spiaggia. Non sia mai che Lupin torni dalla sua sessione di surf e si senta prudere le mani!! 🙂

Ah che voglia di partire!!

Che dire? Stay tuned e pronti a prendere appunti! Arriveranno tanti consigli e spunti di itinerario per organizzare al meglio il vostro viaggio alle Hawaii 🙂

hawaii - hanauma bay

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

6 comments